Tutti possono comprare Oro da Investimento, tutti possono vendere Oro da Investimento?

Tutti possono acquistare e vendere oro usato (gioielleria in genere, bracciali, orologi ecc)?

Giornalmente riceviamo richieste sia dai siti web (anche da questo) di nostra proprietà, sia da clienti, amici e conoscenti, che si affacciano alle nostre filiali, alcuni con domande simpatiche, altre volte con richiesta di delucidazioni sul mondo dell’oro.

E’ evidente che gli è stato mal rappresentato, da alcuni, chiamiamoli “esperti di settore”, in modo a dir poco fantasioso.

L’Italia è il paese dove le Leggi sono tantissime, forse troppe e generano molta confusione, oltre al fatto che non esiste una grandissima cultura sul mondo dei preziosi.

Non lo diciamo a caso ma a ragion veduta, guardando la cronaca di questi ultimi mesi, che hanno portato alla luce due storie importanti, la liquidazione della Banca dell’Oro (Etruria) e la truffa dei diamanti da investimento dove sono caduti nella rete nomi eccellenti (Vasco Rossi uno su tutti…).

Tutti possono comprare oro da investimento, tutti possono vendere oro da investimento?

La risposta è molto semplice, no!

Per poter vendere Oro da Investimento (Monete & Lingotti), occorre essere Operatori Professionali in Oro, con iscrizione e autorizzazione della Banca d’Italia (noi abbiamo la n. 5005640 del 11/12/2012).

Ottemperare ad una serie regole e norme imposte poi dai vari uffici e Ministeri competenti.

Le Monete in Oro & Lingotti da Investimento, anche se per piccolissime cifre (pensiamo un marengo del valore di 230,00 euro, oppure un lingottino da 5.grammi), hanno una procedura di vendita e di acquisto, quasi identica a chi acquista un lotto di monete da 50.000 euro oppure un lingotto da 1.000 grammi..

Detto questo, diciamo anche che alla data odierna, gli Operatori professionali in Oro, sono in tutta Italia più di 500 e meno di 600.

Un numero molto piccolo (nella provincia di Pesaro siamo rimasti gli unici!), considerando poi che moltissimi operatori non trattano con il privato e offrono servizi solo ad aziende del settore orafo.

Pertanto ne risulta che alla fine dei conti, forse 40/50 offrono oro da Investimento con autorizzazione della Banca d’Italia, questo sul territorio italiano.

Si,. hai capito bene, non siamo tantissimi, molti di più quelli che seguono…

Alcuni operatori scorretti, non in possesso dei requisiti si intrufolano (ma qualche volta vengono anche pizzicati….), cercando di arraffare parte del mercato, ma questo non è materia di nostro interesse, ma degli organi preposti ai controlli.

E’ sicuro, che causano danni non indifferenti alla loro clientela, ignari di ciò che acquistano e che si possono rivelare acquisti/truffa.

Riguardo all’Oro da Investimento, molti siti esteri, propongono prodotti e offrono addirittura la consulenza, dove al cliente italiano viene richiesto un corrispettivo annuale,  da un sedicente consulente italiano con sede magari in Malesia, che gli dovrebbe dare le dritte su come investire e da chi comperare.

SVEGLIA!!!

Ma possibile che nel 2019, ancora ci siano persone che credono queste cose?

E come pensate che vi consiglino, questi guru dell’Oro da Investimento, se non indirizzarvi a quelle aziende, che loro stessi hanno contattato e che li pagano profumatamente, per poter dare le indicazioni ai fruitori del servizio.

Fatevi furbi, se fossero stati veramente dei guru, avrebbero creato una azienda, offerto oro da Investimento e avrebbero sicuramente avuto il successo meritato, mentre invece vivono in paesi dove il costo della vita è esiguo, in costume da bagno e ciabatte, collegando un pc  3 ore al giorno, ricevono qualche centinaio di euro da gente che si fida di loro, e loro per contraccambiare li prendono in giro…

Noi siamo per le cose semplici, quasi all’antica!

Guardate come prima cosa, se l’azienda dove avete intenzione di acquistare il Vs. Oro da Investimento, sia iscritta in Banca d’Italia, quella è intanto una garanzia non da poco, poi che abbia una sede fisica, dove potete andare e avete una persona che vi sappia consigliare oppure per qualsiasi chiarimento sappia aiutarvi, o che magari vi sappia consigliare su un servizio connesso all’investimento scelto.

Diffidate, invece,  soprattutto sul web, da chi ha prezzi fantastici, l’oro in tutto il globo ha un prezzo ben stabilito dai mercati, per cui le differenze sono minime, possono variare su un lingotto da 1000 grammi di qualche centinaio di euro.

Perché?

Molti lingotti a prezzi scontati, non hanno uno standard Good Delivery e hanno un titolo, pari a 995 millesimi, praticamente, mancano 5 grammi,  ti sembra di aver risparmiato (200 euro), mentre non ti consegnano 1000 grammi di oro puro, ma 995.

Ed ecco spiegato, il risparmio, ma è solo un’ illusione!

Le regole, per acquistare Oro da Investimento, sono le stesse regole di diligenza, che dovremmo sempre seguire in tutti i campi della vita, senza ricercare delle scorciatoie e furbizie varie.

Azienda iscritta Banca d’Italia, sedi fisiche, certificato di garanzia numerato che garantisce la purezza, patto di riacquisto ad uno spread certo, oltre naturalmente al documento fiscale accompagnatorio, dove sono indicati il peso, la caratura e il numero del lingotto.

Per quanto riguarda l’oro da Investimento, siamo sempre a disposizione per dei chiarimenti anche tramite mail in forma riservata, poiché poco interessati ai leoni da tastiera, che ricercano solo visibilità…

Tutti possono vendere oro usato? Tutti possono comperare oro usato?

Torniamo al discorso iniziale, sulle tante leggi che abbiamo in Italia e alcune veramente controverse, comunque speriamo di chiarire alcuni punti che possano aiutare chiunque a come scegliere a chi affidare i propri beni preziosi.

Per poter acquistare oro usato (gioielleria in genere, braccialetti, anelli ecc.), è stato introdotto il D.lgs. 92/2017 e sono stati definiti gli obblighi cui gli operatori compro oro devono attenersi per esercitare l’attività e contrastare il fenomeno del sommerso e delle attività criminali.

E’ stato introdotto il Registro degli Operatori Compro Oro, al quale è obbligatorio iscriversi, per poter esercitare l’attività.

Un importantissimo obbligo introdotto col decreto sono l’identificazione della clientela che recita:

gli operatori compro oro, prima di eseguire l’operazione, devono identificare il cliente, secondo le modalità previste dal   decreto antiriciclaggio (D.lgs. 231/2007).

Senza andare a sviscerare il decreto antiriciclaggio, per semplificare, prima di poter vedere e valutare gli oggetti che la persona consegna nelle nostre filiali, dobbiamo per legge identificare la persona, e qui alle volte ci sentiamo dire:

ma dall’altra parte non mi hanno chiesto niente, perché mi chiedete il documento, siete cosi fiscali?

Oppur, di là non mi ha chiesto niente, però non mi dava i contanti, ma dovevo prendere qualcosa in cambio…

Il modo corretto di operare, è chiedere sempre un documento di identità (ricordiamoci che chi acquista oro, è obbligato anche ad effettuare le segnalazioni per operazione sospetta, in base al decreto antiriciclaggio e al contrasto al terrorismo!)

Queste regole, insieme a tutte le altre, sono state rese obbligatorie per la sicurezza di tutti i cittadini italiani!

Non siamo noi ad operare in modo sbagliato, ma chi non chiede il documento di identità prima di effettuare la valutazione, poiché non ottempera agli obblighi di legge!

Sicuramente, per queste persone (speriamo poche), è più importante il proprio orticello che proteggere l’intera comunità!

In tutte le nostre filiali, viene SEMPRE richiesto il documento di identità e nel caso di vendita degli oggetti dopo la valutazione viene richiesto il codice fiscale (tessera sanitaria), in modo di concludere l’operazione.

Esiste un altro obbligo, poco conosciuto al pubblico, essere iscritti in un apposito albo, il Registro degli Operatori Compro Oro tenuto dall’OAM (organismo degli agenti e dei mediatori), albo pubblico consultabile da chiunque sul web.

Noi siamo iscritti e autorizzati Operatore Compro Oro N. 1254, potete verificare tranquillamente all’indirizzo www.oam.it

La mancata iscrizione, va da sé che vieta di poter acquistare preziosi usati da privati, anche se si è in possesso di altre autorizzazioni della Questura competente, pertanto, ci possiamo trovare benissimo in una gioielleria che vende anelli, orologi ecc. ma ha scelto di non ritirare oro usato.

Se invece ha scelto di non iscriversi e furbamente ritira oggetti usati, sta violando la legge, peggio se ha ritirato oro usato e dato in cambio oro nuovo, ha violato la legge doppiamente, poiché dovrebbe aver fatto due distinte operazioni, uno per l’acquisto dei preziosi usati (documento, scheda numerata, foto degli oggetti ecc.) e l’altra uno scontrino per la vendita.

Ora, non sta sicuramente a noi controllare l’operato di tutti i commercianti di preziosi, ma se volete togliervi la curiosità di sapere, se quella volta, l’altra settimana, lo scorso mese,  ieri avete venduto dell’oro usato, oppure conoscere semplicemente, chi è autorizzato nella vostra zona per il ritiro di oro usato, l’operazione da fare è semplicissima:

consulta sul web il registro degli operatori compro oro tenuto dall’OAM (organismo degli agenti e dei mediatori), , digitando www.oam.it andare su ELENCHI E REGISTRI aprire la tendina e in fondo andare su REGISTRO COMPRO ORO, clicca su RICERCA GENERICA, a questo punto andiamo a cliccare sopra RICERCA SEDE OPERATIVA.

Seleziona la provincia, il comune o il cap, per conoscere chi è autorizzato a ritirare l’oro dai privati nella zona di tuo interesse, cosi ti renderai conto se hai venduto in un negozio autorizzato oppure no, chi nella tua zona è iscritto ed è a posto con le autorizzazioni necessarie, oppure semplicemente, per conoscere dove puoi vendere il tuo oro usato che non utilizzi più.

Molto semplice!

Potremmo anche trovarci nella condizione di doverci rivolgere a 2 operatori distinti, se abbiamo da vendere, sia gioielleria che Oro da Investimento, poiché, come abbiamo già detto sopra, per poter commercializzare Oro da Investimento bisogna essere autorizzati dalla Banca d’Italia, mentre per poter acquistare (nel caso del privato vendere), oro usato e gioielleria in genere, bisogna essere iscritti OAM.

Oppure scegliete uno delle nostre filiali, in modo di andare sul sicuro e tagliare la testa al toro!!!!

Speriamo di aver fatto un minimo di chiarezza, in un mondo fatto di molte realtà, che sembrano all’apparenza tutte uguali, ma che hanno delle differenze anche abissali.

Cercate sempre la trasparenza, diffidate da chi vi prospetta gli affari sottobanco (l’affare guarda caso è sempre per loro…), avvicinatevi sempre più al mondo dell’oro, noi siamo sempre qui a disposizione di chi vuole chiarimenti, ha dei dubbi, o delle semplici curiosità, contattateci via mail a info@extragold.it , vi risponderemo in forma privata ed anche se la domanda fosse oggetto di un articolo successivo, il vostro anonimato, è garantito, sempre e comunque!